ACU Emilia Romagna

You are here

Nasce il Forum regionale dell'economia solidale

Per le politiche di sviluppo e coesione sociale

Nasce il Forum regionale dell'economia solidale
Il 20 maggio si è costituito a Bologna presso la sede della Regione il Forum regionale dell’economia solidale: uno dei tre organismi previsti dalla legge regionale 19/2014, finalizzato a promuovere politiche di sviluppo e di coesione sociale della rete regionale dell’economia solidale, a partire dalle realtà già attive sul territorio.

Tra i principi della legge, la Regione Emilia-Romagna riconosce nell’Economia Solidale un modello che regola e limita il ruolo dei meccanismi di mercato, ove questi compromettano o mettano a rischio la sostenibilità sociale ed ecologica del sistema economico, finalizzato, tra altri criteri,  all’obbiettivo di trasparenza, per rendere visibili e controllabili – sul piano sociale e ambientale - le decisioni e i comportamenti degli operatori economici , con particolare riguardo ai diritti dei lavoratori, dei consumatori, degli utenti dei servizi e degli altri portatori di interesse.

L’Assemblea, costituita da 36 soggetti dell’economia solidale dei 49 che hanno chiesto di aderire al Forum, ha assistito alla presentazione della bozza del Regolamento redatta dal CRESER (Coordinamento Regionale dell’economia solidale) e, dopo una breve fase di dibattito e alcune lievi richieste di modifica, ha approvato il testo, ora definitivo e disponibile online. La plenaria ha inoltre eletto il Presidente ed il Vice-Presidente del Forum, che rimarranno in carica 3 anni.

I partecipanti si sono divisi in 9 gruppi di lavoro tematici, preventivamente definiti sulla base delle manifestazioni di interesse inviate, ognuno dei quali opera in contesti presenti all’interno della legge. L’obiettivo di ciascun gruppo era proprio quello di formulare delle proposte e delle linee di intervento per l’attuazione della legge.

L’ACU Associazione Consumatori Utenti è presente nel gruppo di lavoro dell’Agricoltura che include la produzione agricola agroalimentare biologica; l’agricoltura contadina di prossimità; la filiera corta e garanzia qualità alimentare; agroecologia, pesticidi, salute; sovranità alimentare, oltre ad essere presente   nel gruppo di lavoro del Consumo critico.

Le linee di intervento formulate dai gruppi di lavoro sono state presentate ed approvate e sono stati eletti i rappresentati degli stessi, che siederanno al Tavolo permanente dell’economia solidale, il secondo organismo previsto dalla legge regionale 19/2014, per garantire continuità alle progettualità e raccordo tra i diversi settori.

La seconda seduta del Forum, che si terrà entro novembre 2017, sarà aperta a tutti i soggetti dell’economia solidale che intendono parteciparvi, previo invio della documentazione richiesta e compilazione della domanda di partecipazione.
Visita la pagina dedicata all’economia solidale.

Iscrizioni
Sportello reclami
Sportello di verifica
Risoluzione online delle controversie
Iscriviti alla Newsletter